#professioneorchestra

ANDREA WACCHER

Violoncello

CURRICULUM

Nato a Bologna in una famiglia di musicisti, inizia lo studio del violoncello all’età di 12 anni, sotto la guida della madre. Nel 2006 viene ammesso al Conservatorio “G. Verdi” di Milano nella classe del maestro M. Scano, diplomandosi brillantemente nel 2010. Contemporaneamente segue numerose masterclass tenute da importanti maestri quali F. Maggio Ormezowsky, A. Zanin, V. Legisa, S. Ramon e A. Meunier. 
É vincitore di numerose borse di studio e concorsi nazionali e internazionali, tra cui la Borsa di studio offerta dalla Fondazione Dragoni di Milano e la prestigiosa Rassegna d’Archi “M. Benvenuti” di Vittorio Veneto. 
Nel 2013 consegue con il massimo dei voti il Diploma di perfezionamento in Violoncello nella classe di Giovanni Sollima presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma. 
Dall’età di 20 anni viene invitato a collaborare, in qualità di primo violoncello, in prestigiose compagini come l’Orchestra Sinfonica “G. Verdi” e la Fondazione “I Pomeriggi Musicali” di Milano, Orchestra Filarmonica di Torino, Fondazione Arena di Verona, Orchestra Sinfonica Siciliana, Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Massimo di Palermo, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo Bellini di Catania e Gran Teatre de Liceu di Barcelona. 
Dal 2013 al 2018 ha ricoperto stabilmente, vincitore di concorso,  il ruolo di Primo violoncello solista presso la Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli di Bari. 
Ha collaborato con illustri direttori, tra i quali: Xian Zhang, W. Marshall, A. Vedernikov, J. Axelrod, J. Valcuha, J. Nott, D. Rustioni, A. Fisch, D. Kawka, R. Abbado, A. Lonquich, P. Rophé, J. Webb, E. Stier, J.Bignamini, D. Cohen, G. Bisanti, J. Stockhammer, R. Alessandrini, R. Brogli-Sacher, K.H. Steffens, G. Gelmetti, R.Palumbo, D. Matheuz, D. Gatti, Z. Mehta, F. Luisi, R.Muti. 
In veste di solista ha eseguito il Concerto in la minore di R. Schumann con l’Orchestra Haydn di Bolzano, il Concerto in si minore di A. Dvorak con l’Orchestra Sinfonica di Bari, il Concerto in Re maggiore di F. J. Haydn, “Violoncelles, Vibrez!” (in duo con il compositore Giovanni Sollima) e il Concerto n.1 di C. Saint-Saens con l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari. 
Attualmente collabora in qualità di Primo Violoncello con il Teatro Massimo Bellini di Catania. 
Suona un violoncello Panormo del 1800.