#professioneorchestra

SALVATORE PERCACCIOLO

Formazione Orchestrale per Orchestra Sinfonica e Direzione d'Orchestra

🇮🇹 CURRICULUM ITA

Versatilità è sempre stata una caratteristica della personalità musicale di Salvatore Percacciolo che ama vivere l'espressione musicale da diverse prospettive quale direttore d'opera e sinfonico nonché pianista in diversi gruppi da camera, spaziando dal barocco alla musica contemporanea. Recentemente ha diretto con grande successo di pubblico e critica la prima mondiale dell'installazione musicale The world to come della compositrice tedesca Birke Bertelsmeier con la regia di Tilman Hecker al Vollgutlager di Berlino sul podio della Rundfunk Sinfonieorchester Berlin. Nella stagione 2019/20 ha diretto Il Barbiere di Siviglia di Rossini con la regia di Paolo Rossi al Teatro Nuovo di Spoleto ed El Retablo de Maese Pedro di De Falla con i Figli d'Arte Cuticchio al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo. Ha inoltre diretto Lucia di Lammermoor con la regia di Denis Krief al Teatro Lirico di Cagliari, Don Giovanni al Teatro Bellini di Catania, La Cenerentola di Rossini al Teatro Greco di Lecce, Tosca e Madama Butterfly al Festival Puccini di Torre del Lago, La Bohème al Teatro dell’Opera di Tirana, La finta semplice di Mozart per l'A.S.L.I.C.O, Il flauto magico (A.S.L.I.C.O opera domani) ripreso alla Royal Opera House di Muscat in Oman, L’Heure Espagnol di Ravel e la primamondiale dell’opera Scalia/Ginsburg di Derrick Wang al Festival di Castleton in Virginia (USA). Vincitore del premio “Carlo Maria Giulini” della Scuola di Musica di Fiesole, nel 2014 viene invitato dal Maestro Lorin Maazel come “conductor fellow” presso il Festival di Castleton in Virginia (USA). Maazel stesso lo indicò come suo sostituto nel Don Giovanni di Mozart per il festival da lui fondato e diretto. Sempre per lo stesso Festival ha preparato l'orchestra per il Maestro Fabio Luisi. Nel 2013 si trasferisce in Germania dove ha la possibilità di lavorare come assistente in diverse produzioni d'opera presso la Staatsoper di Monaco di Baviera e di Berlino.Particolarmente intensa negli ultimi anni è stata anche l'attività sinfonica con orchestre quali La Toscanini di Parma, l'Orchestra Sinfonica Siciliana, l'Orchestra di Padova e del Veneto, la Rundfunk Sinfonieorchester di Berlino, collaborando con i solisti Roberto Cominati, Francesco D'Orazio, James Galway, Giovanni Sollima, Uto Ughi. Dal 2020 ha inoltre intrapreso una nuova collaborazione con la Philharmonische Camerata dei Berliner Philharmoniker. Direttore dell'Orchestra Giovanile Siciliana di Palermo (2018/2019), Salvatore ha sempre riservato particolare attenzione per le compagnini giovanili, lavorando con diverse di loro sia in Italia che in Germania, USA e Brasile. Sostenitore attivo della musica contemporanea oltre che di progetti di contaminazione tra i vari stili musicali, Salvatore ha diretto lavori di Nicola Campogrande (Concerto per pubblico e orchestra),Michael Daugherty (Fire and Blood), Paolo Marzocchi (Variazioni inverse), Giovanni Ferrauto (Persistenze di memoria), nonché partiture di rara esecuzione di Gian Francesco Malipiero(Sinfonia del mare), Ildebrando Pizzetti (Concerto per arpa), Eliodoro Sollima (Cantata sacra e profana). Diplomato in pianoforte presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina, ha studiato composizione presso il Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo ed ha conseguito il Master in “Alta Scuola di Direzione d'Orchestra” presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia. Allievo di Piero Bellugi a Firenze, nel 2010 si diploma con merito alla “Scuola dell’Opera Italiana” di Bologna dove ha avuto la possibilita' di approfondire il repertorio lirico con i Maestri Bruno Bartoletti e Nicola Luisotti. Si è inoltre perfezionato con Jorma Panula in Finlandia e con Lorin Maazel negli USA.